Aprile 25, 2024

Le novità suscitano spesso diffidenza, vediamo come l’introduzione del nuovo codice della crisi d’impresa e l’obbligo di comunicazione dei titolari effettivi siano invece a tutto vantaggio del mercato e degli stakeholder.
Il nuovo codice della crisi di impresa e della trasparenza sui titolari effettivi può portare diversi vantaggi per gli stakeholder coinvolti nel contesto economico e aziendale. Gli stakeholder sono tutte le parti interessate, come azionisti, creditori, dipendenti, fornitori, clienti e autorità di regolamentazione. Di seguito alcuni dei vantaggi che possono derivare da tali normative.
Riduzione del Rischio per i Creditori: Il nuovo codice della crisi di impresa può migliorare la protezione dei creditori fornendo procedure più chiare e rapide per la gestione dei casi di insolvenza. Questo riduce il rischio di perdite per i creditori.
Trasparenza: La trasparenza sui titolari effettivi delle imprese contribuisce a prevenire l’uso improprio di società per scopi illeciti come il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale. Questo è un vantaggio per le autorità di regolamentazione e per la lotta contro il crimine finanziario.
Protezione dei Diritti dei Dipendenti: Il nuovo codice della crisi di impresa può prevedere meccanismi per la salvaguardia dei diritti dei dipendenti in caso di insolvenza aziendale, garantendo che possano essere pagati in modo prioritario e che i loro posti di lavoro siano protetti, se possibile.
Miglioramento della Gestione Aziendale: Le normative sulla crisi di impresa possono incoraggiare le imprese a essere più attente alla gestione finanziaria, evitando comportamenti rischiosi e promuovendo la sostenibilità aziendale.
Protezione degli Investitori: Gli azionisti e gli investitori beneficiano della maggiore trasparenza sui dati finanziari e sulla gestione delle imprese. Questo può migliorare la fiducia degli investitori e ridurre il rischio di frodi o cattiva gestione aziendale.
Migliore Accesso al Credito: Un ambiente aziendale più regolato e trasparente può incoraggiare le istituzioni finanziarie a concedere credito alle imprese, poiché i rischi sono potenzialmente più bassi.
Riduzione del Contenzioso: Le normative chiare sulla crisi di impresa possono ridurre i contenziosi legali e i costi associati, contribuendo a una risoluzione più rapida ed efficiente dei casi di insolvenza.
Migliore Stabilità del Mercato: La presenza di regole chiare per la gestione delle crisi di impresa può contribuire a evitare impatti negativi sull’intero mercato, fornendo una maggiore stabilità.
Fornitori: I fornitori possono beneficiare di una maggiore trasparenza sugli accordi contrattuali e sulla salute finanziaria dei propri clienti, il che li aiuta a prendere decisioni commerciali più informate.
Crescita Economica Sostenibile: In generale, queste normative mirano a promuovere la crescita economica sostenibile, creando un ambiente più stabile e prevedibile per le imprese.
Per leggere tutto l’articolo:

Novum bonum et soave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *