21/06/2024

Il Bilancio di Sostenibilità

0

Il bilancio di sostenibilità, anche noto come bilancio sociale o bilancio ambientale, è uno strumento di rendicontazione che valuta le prestazioni di un’organizzazione non solo dal punto di vista finanziario, ma anche sotto il profilo sociale, ambientale ed etico. Esso fornisce una panoramica completa delle attività e degli impatti di un’azienda o un’organizzazione nei confronti della sostenibilità.
Il bilancio di sostenibilità solitamente comprende tre dimensioni principali:
Ambientale: Valuta gli impatti dell’organizzazione sull’ambiente, inclusi consumi di risorse naturali, emissioni di gas serra, produzione di rifiuti e altre attività che influenzano l’ecosistema.
Sociale: Esamina l’impatto dell’organizzazione sulle persone, considerando aspetti come la responsabilità sociale d’impresa, la gestione delle risorse umane, la diversità e l’inclusione, la salute e sicurezza dei lavoratori, e le relazioni con la comunità.
Economica: Riguarda l’analisi delle performance finanziarie dell’organizzazione, includendo dati relativi ai profitti, agli investimenti, alla creazione di valore economico e alla gestione dei rischi finanziari.
Il bilancio di sostenibilità è un importante strumento per dimostrare l’impegno di un’organizzazione nei confronti della responsabilità sociale e ambientale. In molti casi, le aziende adottano standard internazionali come il Global Reporting Initiative (GRI) per strutturare e comunicare le informazioni nel bilancio di sostenibilità.
La sua elaborazione richiede la raccolta di dati accurati e affidabili su tutte e tre le dimensioni, il coinvolgimento di diverse funzioni aziendali e la trasparenza nella comunicazione delle informazioni. Un bilancio di sostenibilità ben redatto può influenzare positivamente la reputazione di un’organizzazione, attirare investimenti responsabili e favorire la fiducia degli stakeholder.
Secondo quanto emanato dalla Direttiva UE 2022/2464 pubblicata il 16 dicembre 2022, che va a rivedere e modificare la precedente Direttiva UE 2013/34, relativa all’obbligo di “comunicazioni di informazioni di carattere non finanziario” da parte di aziende di grandi dimensioni, si fa presente che dal 2024 la rendicontazione societaria di sostenibilità (Corporate Sustainability Reporting Directive – CSRD) diventerà obbligatoria per tutte le aziende con più di 250 dipendenti, un fatturato superiore ai 50 milioni di euro e un bilancio annuo di almeno 43 milioni.
Nel bilancio di sostenibilità, dovranno essere contenute informazioni su:
• modello di business e strategie aziendali in materia di sostenibilità;
• ruolo assunto dagli organi di amministrazione relativamente alla governance dei temi ESG;
• rapporti con gli stakeholders ed impatto di questi in ambito di sostenibilità;
• criteri e approcci utilizzati nella gestione dei rischi;
• descrizione della due diligence in tema ESG;
• utilizzo di standard di rendicontazione europei uguali per tutte le aziende in funzione della grandezza e del fatturato.
Per leggere tutto l’articolo:

Il Bilancio di Sostenibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *