23/06/2024

La Bce taglia i tassi di interesse: cosa significa per l’economia

 

La Bce taglia i tassi di interesse cosa significa per l'economia
La Bce taglia i tassi di interesse cosa significa per l’economia

 

La Bce taglia i tassi di interesse: cosa significa per l’economia europea. Esperti divisi sul futuro dei tagli dei tassi mentre l’Europa cerca di stimolare la crescita.

La Banca Centrale Europea (Bce) ha mantenuto le aspettative dei mercati tagliando i tassi di interesse di 25 punti base.

Questa riduzione ha portato il tasso di riferimento della banca centrale al 3,75%, abbassandolo dalla soglia record del 4% che era in vigore dal settembre 2023. Ma cosa ci riserva il futuro? Gli esperti si sono divisi sulle prospettive di ulteriori tagli dei tassi dopo questa decisione della Bce.

Secondo Sylvain Broyer, Chief Economist EMEA di S&P Global Ratings, la decisione della Bce di tagliare i tassi

dopo la Federal Reserve (Fed) indica dinamiche inflazionistiche differenziali tra Europa e Stati Uniti. Egli ipotizza che la Bce potrebbe non effettuare ulteriori tagli dei tassi, considerando che le riduzioni dei tassi della Fed dovrebbero protrarsi fino al 2026. Tuttavia, se l’inflazione si allinea ai target e la crescita raggiunge il suo potenziale entro la metà del prossimo anno, la Bce potrebbe limitare i tagli dei tassi a uno per trimestre fino al terzo trimestre del 2025.

D’altra parte, Dean Turner, capo dell’Eurozona ed economista presso UBS Global Wealth Management,

prevede ulteriori riduzioni dei tassi di interesse nel corso dell’anno. Turner sottolinea che con il processo disinflazionistico in corso, la Bce potrebbe sentirsi abbastanza sicura per allentare la propria strategia, con un possibile taglio al trimestre fino al 2025.

L’effetto del taglio dei tassi di interesse della Bce sui mercati finanziari è stato variegato.

I mercati azionari della zona euro hanno mantenuto un’intonazione positiva, mentre i rendimenti obbligazionari sono aumentati. Secondo Morgane Delle Donne di Global X, i titoli europei sono alla ricerca di una scintilla che li porti oltre i recenti livelli record, e una politica monetaria più accomodante potrebbe essere un fattore determinante. Tuttavia, settori sensibili alla macroeconomia come l’immobiliare, i viaggi e il tempo libero hanno rallentato l’andamento del benchmark europeo.

Nonostante le valutazioni dei titoli europei siano convenienti rispetto alle controparti americane,

ci sono ancora fattori di incertezza come i conflitti geopolitici in Europa e in Medio Oriente, le imminenti elezioni europee e il differenziale di crescita rispetto ad altre regioni. Tuttavia, l’odierna revisione al rialzo delle previsioni di inflazione per il prossimo anno è stata interpretata come un’azione relativamente da falco dalla Bce. Ci si aspetta che la banca centrale effettui solo un altro taglio dei tassi nel 2024, cercando di evitare un allargamento degli spread tra le regioni.

In conclusione, la decisione della Bce di tagliare i tassi di interesse ha suscitato dibattiti tra gli esperti sul futuro dei tagli dei tassi.

Mentre alcuni prevedono che la Bce potrebbe limitare i tagli dei tassi, altri vedono ulteriori riduzioni nel corso dell’anno. Gli effetti sui mercati finanziari sono stati vari, ma c’è ancora incertezza legata a fattori geopolitici e di crescita. Sarà interessante osservare come si svilupperanno le politiche monetarie e quali saranno le conseguenze sull’economia europea nei prossimi trimestri.

 

Avete letto La Bce taglia i tassi di interesse: cosa significa per l’economia 

 

LEGGI ANCHE: La BCE Annuncia il Ribasso dei Tassi di Interesse