21/06/2024

NOVITA’ CONDONI: LE RATE PASSANO DA 20 A 54

0
NOVITA’ CONDONI: LE RATE PASSANO DA 20 A 54

NOVITA’ CONDONI: LE RATE PASSANO DA 20 A 54

Partite Iva Nazionali segnala la modifica in questi giorni delle condizioni dei pagamenti in caso di chiusura agevolata delle liti col Fisco con l’aumento delle rate da 20 addirittura a 54. Il Presidente Sorrento dichiara “Le nostre richieste sono state ascoltate in parte, avevamo chiesto di aumentare anche le rate della rottamazione”.

Importante modifica in tema di condoni. Il Presidente di Partite Iva Nazionali, il Dott. Antonio Sorrento segnala che con la conversione in legge del decreto

“bollette” (DL n.34/2023) il Governo ha ampliato considerevolmente le rate relative alla chiusura agevolata delle liti fiscali recependo dunque la petizione promossa da Partite Iva Nazionali nelle settimane scorse.

LEGGI ANCHE: PIN Lombardia, una reale tutela sindacale per le micro imprese.

Nello specifico, la norma prevede

“All’articolo 1 della legge 29 dicembre 2022, n. 197, sono apportate le seguenti modificazioni:

a)  al comma 194, il primo periodo è sostituito dai seguenti: «La definizione agevolata si perfeziona con la presentazione della domanda di cui al comma 195 e con il pagamento degli importi dovuti ai sensi dei commi da 186 a 191 entro il 30 settembre 2023; nel caso in cui gli importi dovuti superino l’ammontare di mille euro è ammesso il pagamento rateale, con applicazione, in quanto compatibili, delle disposizioni dell’articolo 8 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, in un massimo di venti rate di pari importo, di cui le prime tre da versare, rispettivamente, entro il 30 settembre 2023, il 31 ottobre 2023 e il 20 dicembre 2023 e le successive entro il 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 20 dicembre di ciascun anno. 

A scelta del contribuente, le rate di cui al primo periodo successive alle prime tre possono essere versate in un massimo di cinquantuno rate mensili di pari importo, con scadenza all’ultimo giorno lavorativo di ciascun mese, a decorrere dal mese di gennaio 2024, fatta eccezione per il mese di dicembre di ciascun anno, per il quale il termine di versamento resta fissato al giorno 20 del mese”.

Dichiara il Presidente Sorrento

Anche se non è proprio quello che avevamo chiesto il risultato è sicuramente apprezzabile perché da la possibilità alle imprese di rendere più sostenibile il pagamento dei propri debiti. A tal riguardo ci tengo a ringraziare sicuramente le Istituzioni per la disponibilità ma anche i professionisti che collaborano con la nostra associazione e che ci arricchiscono di competenze e soluzioni da proporre per tutelare le imprese.  In particolare, ringrazio i Dott.ri Giuseppe e Donatella Dragone della sede di Milano ed il Dott. Matteo Mangia da Lecce, gli Avv.ti Sergio Patrone e Francesco Tortorella da Roma e gli Avv.ti Francesco Foresio, Matteo Sances e Saracino Maria Assunta da Lecce”.

Avete letto NOVITA’ CONDONI: LE RATE PASSANO DA 20 A 54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *