Agosto 4, 2021

L’ITALIA CHE CI PIACE È L’ITALIA DEI RISULTATI!

La conquista degli europei del calcio e del basket insieme alla vittoria dell’Eurofestival e del quasi trionfo di Berrettini nel tennis non rappresentano dei meri festeggiamenti di settore, bensì rappresentano un toccasana per l’economia italiana.
In molti, giustamente, soffermandosi sulla semplice esulatazione “Sportiva” e rapportando il tutto al brutto periodo economico in cui versa gran parte delle “Micro e nano imprese” del nostro Paese ha urlato allo scandalo e all’ipocrisia, ma altrettanto giustamente bisogna guardare anche l’altro lato della medaglia. Secondo alcuni calcoli statistici, come avvenne nel lontano 2006, quando il trionfo degli azzurri portò l’economia ad un più 10% dell’export del made in Italy, così potrebbe accadere anche per il 2020 con un ipotesi di un più 0,7% del PIL, che tradotto in soldoni vale circa 12 miliardi di euro di introito per il nostro Territorio.
A beneficiare quindi di questo ipotetico, ma molto probabile incasso saranno i settori del prodotto made in Italy ed il turismo insieme all’indotto da essi creato. Possiamo dire quindi, come già illustrato da un immagine pubblicata dal Sindacato datoriale PIN (Partite Iva Nazionali) durante la vittoria della semifinale, confermata poi con la finale, che: ” L’ Italia che ci piace è l’ Italia dei risultati”!
Il Presidente Nazionale di PIN, Antonio Sorrento, si augura che tali risultati, conquistati aldilà dei confini geografici del nostro Paese, siano un forte elemento che faccia da sprone ad una classe dirigente ormai troppo concentrata sui “Grandi Temi Mondiali” che farebbe cosa buona e gradita spendere le proprie forze logistiche e intellettive per tutelare il proprio prodotto Italiano dalle continue aggressioni degli “Stranieri”! In conclusione quindi, sicuramente un Italia inclusiva ma con l’esclusiva del proprio prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *